XmX - www.xmx.it

Reply

olio di semi di lino, vs olio di pesce

« Older   Newer »
wincos
view post Posted on 23/2/2010, 09:45 Quote




l'olio di semi di lino come fonte di omega 3 è meno costoso e più sicuro dell'olio di pesce a patto che sia prodotto ad hoc e tenuto in frigo, ma c'è chi dice che fa bene dott.sse kousmine e Budwig e chi dice che fa male , come ad esempio il guru della zona Barry Sears chi ha ragione?
 
Top
estremediet
view post Posted on 27/2/2010, 19:03 Quote




io mi sciroppo l'olio di vinaccioli
 
Top
view post Posted on 27/2/2010, 19:49 Quote
Avatar

lupo rozzo

Group:
Member
Posts:
2,826
Location:
BZ

Status:


QUOTE (wincos @ 23/2/2010, 08:45)
l'olio di semi di lino come fonte di omega 3 è meno costoso e più sicuro dell'olio di pesce a patto che sia prodotto ad hoc e tenuto in frigo

e come la metti con l'EPA e DHA, hai preso un'abbaglio, la fonte migliore é l'olio di krill , ma anche l'olio di pesce é buono, ma i vari oli vegetali (lino, oliva, canapa..ecc.) non reggono il confronto
 
PM Email Contacts  Top
wincos
view post Posted on 27/2/2010, 23:51 Quote




CITAZIONE (lxdevil @ 27/2/2010, 18:49)
CITAZIONE (wincos @ 23/2/2010, 08:45)
l'olio di semi di lino come fonte di omega 3 è meno costoso e più sicuro dell'olio di pesce a patto che sia prodotto ad hoc e tenuto in frigo

e come la metti con l'EPA e DHA, hai preso un'abbaglio, la fonte migliore é l'olio di krill , ma anche l'olio di pesce é buono, ma i vari oli vegetali (lino, oliva, canapa..ecc.) non reggono il confronto



CITAZIONE (lxdevil @ 27/2/2010, 18:49)
CITAZIONE (wincos @ 23/2/2010, 08:45)
l'olio di semi di lino come fonte di omega 3 è meno costoso e più sicuro dell'olio di pesce a patto che sia prodotto ad hoc e tenuto in frigo

e come la metti con l'EPA e DHA, hai preso un'abbaglio, la fonte migliore é l'olio di krill , ma anche l'olio di pesce é buono, ma i vari oli vegetali (lino, oliva, canapa..ecc.) non reggono il confronto

Ok ti ringrazio per la tua risposta però da ingegnere mi piace capire i meccanismi delle cose quindi mi chiedo
1)perchè l'olio di lino che contiene una pecentuale di omega 3 di oltre il 50% quindi pari o superiore ad i migliori oli di pesce è meno benefico di questo?
2) perchè Barry Sears sostiene addirittura che il suddetto olio di lino è una trappola da evitare in quanto impedisce la produzione di acido gamma linoleico precursore degli eicosanoidi ( ovvero i superormoni il cui equilibrio è fondamentale per la nostra salute?
3)Dice il vero o semplicemente vuole spingere la vendita del suo costosissimo olio di pesce?
Grazie in anticipo a tutti coloro che vorranno alimentare la discussione.
 
PM  Top
view post Posted on 28/2/2010, 11:05 Quote
Avatar

lupo rozzo

Group:
Member
Posts:
2,826
Location:
BZ

Status:


QUOTE (wincos @ 27/2/2010, 22:51)
1)perchè l'olio di lino che contiene una pecentuale di omega 3 di oltre il 50% quindi pari o superiore ad i migliori oli di pesce è meno benefico di questo?

gli omega 3 sono principalmente l'acido eicosapentaenoico (EPA), l'acido docosaesaenoico o (DHA) e l’acido alfalinolenico (ALA).
I primi due sono efficaci e si trovano nell'olio di pesce e l'olio di krill artico mentre l'acido alfalinolenico sembrerebbe aver dimostrato una minore protezione a livello cardiaco, e l'olio di lino non contiene non contiene EPA e DHA

EPA e DHA svolgono inoltre un importante azione antiinfiammatoria e agiscono sull'umore.
 
PM Email Contacts  Top
wincos
view post Posted on 28/2/2010, 20:59 Quote




CITAZIONE (lxdevil @ 28/2/2010, 10:05)
CITAZIONE (wincos @ 27/2/2010, 22:51)
1)perchè l'olio di lino che contiene una pecentuale di omega 3 di oltre il 50% quindi pari o superiore ad i migliori oli di pesce è meno benefico di questo?

gli omega 3 sono principalmente l'acido eicosapentaenoico (EPA), l'acido docosaesaenoico o (DHA) e l’acido alfalinolenico (ALA).
I primi due sono efficaci e si trovano nell'olio di pesce e l'olio di krill artico mentre l'acido alfalinolenico sembrerebbe aver dimostrato una minore protezione a livello cardiaco, e l'olio di lino non contiene non contiene EPA e DHA

EPA e DHA svolgono inoltre un importante azione antiinfiammatoria e agiscono sull'umore.

ma secondo te è vero che l'ALA oltre ad essere meno efficace degli altri 2 è addirittura dannoso?
 
PM  Top
view post Posted on 28/2/2010, 21:54 Quote
Avatar

lupo rozzo

Group:
Member
Posts:
2,826
Location:
BZ

Status:


questo non lo so
 
PM Email Contacts  Top
wincos
view post Posted on 3/3/2010, 20:40 Quote




CITAZIONE (lxdevil @ 27/2/2010, 18:49)
CITAZIONE (wincos @ 23/2/2010, 08:45)
l'olio di semi di lino come fonte di omega 3 è meno costoso e più sicuro dell'olio di pesce a patto che sia prodotto ad hoc e tenuto in frigo

e come la metti con l'EPA e DHA, hai preso un'abbaglio, la fonte migliore é l'olio di krill , ma anche l'olio di pesce é buono, ma i vari oli vegetali (lino, oliva, canapa..ecc.) non reggono il confronto

Io però ora ho trovato questo articolo: www.abodybuilding.com/Grassi.htm , nel quale si dice che l'acido alfa-linoleico(ALA) viene convertito in EPA e DHA dall'attività enzimatica delle desaturasi( d-6 desaturasi) e delle elongasi.Compito della desaturasi è di inserire un doppio legame al posto di uno saturo in punti precisi della catena dell´acido grasso. Compito della elongasi è di aggiungere atomi di carbonio ad un acido grasso al fine di allungare la catena.
1) Dall´acido alfa-linolenico(ALA) ad opera di una desaturasi, delta-6, deriva un acido grasso chiamato steatidonico. In relazione all´attività specifica di questo acido grasso vi sono scarse conoscenze. Tuttavia esso è importantissimo in quanto la sua formazione consente di fare procedere la pista metabolica.

2) Su di esso, infatti, intervengono sia la desaturasi che la elongasi producendo un acido grasso con 20 atomi di carbonio ed aggiungendo al quarto legame un altro doppio legame. Si forma in questo modo l´acido eicosapentenoico noto come EPA dall´attività metabolica e strutturale assai complessa ed insostituibile per l´organismo umano.

3) Dall´acido eicosapentenoico attraverso un ulteriore passaggio si ha di nuovo l´intervento combinato di una desaturasi e di una elongasi per produrre l´ultimo acido grasso importante della catena, cioè il docosaesaenoico (DHA ). Le caratteristiche biologiche del DHA sono altrettanto fondamentali per l´organismo umano quali quelle dell´EPA.
Quindi sembrerebbe che comunque assumendo acido alfa-linoleico ( con l'olio di semi di lino) comunque questo viene trasformato in EPA e DHA , per cui in questo caso non sembrerebbe necessario assumere pure olio di pesce.
 
PM  Top
view post Posted on 3/3/2010, 21:34 Quote
Avatar

lupo rozzo

Group:
Member
Posts:
2,826
Location:
BZ

Status:


QUOTE (wincos @ 3/3/2010, 19:40)
Quindi sembrerebbe che comunque assumendo acido alfa-linoleico ( con l'olio di semi di lino) comunque questo viene trasformato in EPA e DHA , per cui in questo caso non sembrerebbe necessario assumere pure olio di pesce.

ma la quantitá di EPA e DHA che l'organismo riesce a produrre tramite retroconversione metabolica é minima, mentre gli acidi linolenico e linoleico non vengono proprio sintetizzati, e comunque una volta assimilati vengono convertiti in EPA e DHA, quindi ha molto piú senso integrare con un olio che li contenga giá, inoltre l'olio di pesce contiene vitamina A e D, che non fa mai male :D

anni fá usai l'olio di krill artico, una bomba, ricchissimo di astaxantina (???) un carotenoide portentoso (potente come antiossidante), se lo prendi d'estate ti becchi una tintarella che nemmeno tua madre ti riconosce :D ,cmq quest'olio su di me ha anche avuto effetti sull'umore, migliorandolo nettamente.

ma scusa, tutto questo accanimento nei confronti dell'olio di pesce ha qualche motivazione particolare?
 
PM Email Contacts  Top
wincos
view post Posted on 4/3/2010, 11:13 Quote




CITAZIONE (lxdevil @ 3/3/2010, 20:34)
CITAZIONE (wincos @ 3/3/2010, 19:40)
Quindi sembrerebbe che comunque assumendo acido alfa-linoleico ( con l'olio di semi di lino) comunque questo viene trasformato in EPA e DHA , per cui in questo caso non sembrerebbe necessario assumere pure olio di pesce.

ma la quantitá di EPA e DHA che l'organismo riesce a produrre tramite retroconversione metabolica é minima, mentre gli acidi linolenico e linoleico non vengono proprio sintetizzati, e comunque una volta assimilati vengono convertiti in EPA e DHA, quindi ha molto piú senso integrare con un olio che li contenga giá, inoltre l'olio di pesce contiene vitamina A e D, che non fa mai male :D

anni fá usai l'olio di krill artico, una bomba, ricchissimo di astaxantina (???) un carotenoide portentoso (potente come antiossidante), se lo prendi d'estate ti becchi una tintarella che nemmeno tua madre ti riconosce :D ,cmq quest'olio su di me ha anche avuto effetti sull'umore, migliorandolo nettamente.

ma scusa, tutto questo accanimento nei confronti dell'olio di pesce ha qualche motivazione particolare?

nessun accanimento contro l'olio di pesce , infatti l'ho assunto a lungo però ha due difetti:
1) costa molto , se lo si vuole di qualità altrimenti se lo compri al supermercato ti vendono porcherie immani.
2) Rimane il sospetto che qualche piccola quantità di mercurio rimanga anche dopo la depurazione.
Comunque mi hai incuriosito molto a questo punto con l'olio di krill lo proverò.
 
PM  Top
9 replies since 23/2/2010, 09:45
 
Reply